In pozzetto

Il blog con gli interventi degli esperti

Dal Mar Tirreno al Mar Ligure - Il Giro affronta le ultime tappe - Il Giro entra in Toscana per terminare in Liguria

Lunedì, 09 Luglio 2012. Posted in Stili di vita

Lasciato il Marina di Riva di Traiano la barca del Giro fa rotta su Marina di Scarlino

Liguria & case multicolor – 3 giorni di fuochi a Rapallo – Marconi e il suo yacht dimenticato – A Genova tra lamantini e le dediche di Verdi – Dalla chiesa/negozio alla casa di Colombo – La Cappella Sistina di Savona e il Santuario dei Cetacei

Lunedì, 09 Luglio 2012. Posted in Stili di vita

da Lerici ad Andora

L’ultima tratta del primo Un giro per la vita è quella che da Lerici mi porta ad Andora: da una delle prime località marittime della Liguria orientale, alla provincia di Savona. La gente di mare m’informa subito della gravità dell’effetto Schettino: a Rapallo le nuove disposizioni del “dopo Costa Concordia” obbligano le navi da crociera a fermarsi molto più al largo portando così gli armatori a preferire gli approdi francesi.

Prua verso nord - Il Giro entra nel Mar Tirreno - Dallo Stretto di Messina a Civitavecchia

Martedì, 03 Luglio 2012. Posted in Dieta Mediterranea

Dopo il passaggio dello Stretto il Giro è stato accolto dalla città di Vibo Marina

Il Giro lascia l'Adriatico e si tuffa nello Ionio

Martedì, 03 Luglio 2012. Posted in Dieta Mediterranea

La staffetta Alimentare nelle tappe di Puglia e Calabria

Dopo la tappa brindisina, dove il Giro ha reso omaggio alla città colpita dal tragico evento della bomba

La barca ha fatto rotta verso Otranto.

Dagli Studios di Tirrenia al parco dove il re sposò la Bella Rosina – Il Carnevale di Viareggio visto da chi lo fa – Il polpo campanaro e la spiaggia di Zucchero – La nuotata di Lord Byron e il nonno clandestino in Libia a 9 anni

Domenica, 01 Luglio 2012. Posted in Stili di vita

Da Livorno a Lerici

Alla guida della Porsche Panamera ibrida lascio Livorno col suo grande scalo marittimo, la sua interessante collezione di ex voto dipinti dall’Ottocento ai giorni nostri nel Santuario della Madonna di Montenero;

Si entra in Tuscia - Al chiaro di luna per tutelare i vip – La palude fatale a Caravaggio – in Maremma la bio-casa di Legambiente e la spiaggia tra le Chianine – La chiesa in ghisa e la magia di Populonia, unica città etrusca sul mare

Domenica, 01 Luglio 2012.

da Civitavecchia a Livorno

Lascio Civitavecchia quando la vela di Alfredo Giacon e Renato Carafa che hanno a bordo un’ospite d’eccezione, la principessa Elettra Marconi figlia dell’inventore della radio, mi passa davanti. 

Tra mito e realtà, l’isola che non c’è, l’antro della Sibilla cumana, la patria dell’Immacolata Concezione e delle pizze, la città della Maga Circe e le ville con piscina degli imperatori

Mercoledì, 20 Giugno 2012. Posted in Stili di vita

Da Napoli a Riva di Traiano

Lasciamo Napoli da Posillipo, perdendo di vista il celebre pino (ripiantato nel 1984) e facendoci attrarre da una serie di errori: un vicoletto stretto e ripido che termina con una scalinata e la piccola Nisida “off limits”, dove alla nostra richiesta “Dove possiamo fare un giro per l’isola?” un agente di custodia simpaticamente risponde: “Qui. Girate l’auto e tornate indietro”.

Lo tsunami di Paestum - il fascino delle Costiere – dall’amore libero degli eretici del ‘300 all’amore di Anna Magnani per Roberto Rossellini – tra limoncello e dolce melanzana & cioccolato

Venerdì, 15 Giugno 2012. Posted in Stili di vita

Da Scario a Napoli

315 km, circa 9 ore a una media di 35 km orari.

Con l’auto ci avviciniamo al parco archeologico di Paestum,  la greca Poseidonia (ribattezzata Paistom dai Lucani). Ma nemmeno il fatto che la Porsche sia elettrica ci permette di vincere la cortese inflessibilità dei custodi: ai templi greci e all’anfiteatro non ci si avvicina, così la foto ricordo con la Panamera è scattata al di qua della cancellata. E ci concediamo la visita alle splendide architetture e al bel museo che ricorda tanto il passaggio degli Etruschi (qui avevano i loro confini sud) quanto quello di uno tsunami avvenuto 4.000 anni fa.

I Sassi di Matera ci parlano lingue antiche – Mille uova per la frittata del re di Spagna – La Dieta Mediterranea è nata nel Cilento, patria dei lidi balneari sostenibili

Venerdì, 15 Giugno 2012. Posted in Stili di vita

da Bari a Salerno

Il tour nell’entroterra, per raccordarci in auto con la Sly 42 Fun che stava compiendo il periplo della Calabria, ci ha fatto toccare i Sassi di Matera,  scenario quasi irreale a metà strada tra preistoria e Medioevo, dove senti subito che le poche auto in circolazione e le insegne di ristorantini e B&B cozzano brutalmente con una natura fortissima su cui l’uomo in millenni ha preso il sopravvento con molto rispetto, andando a vivere nelle cavità della roccia, trasformate in basiliche affrescate, opifici, case e stalle.

Scorpacciata di Svevi, tra la salina più grande d’Europa, il Colosso di Barletta, Annibale e San Nicola

Lunedì, 21 Maggio 2012. Posted in Stili di vita

da Manfredonia a Bari

Otto ore di viaggio per un pugno di km (meno di 200), per vedere il mare viaggiando a una media di 40 km orari, veleggiando per metà del tempo a impatto zero.

Il Giro per la Vita approda a Bari

Lunedì, 21 Maggio 2012. Posted in Stili di vita

Gli eventi della 10 tappa

Sullle banchine del CUS Bari

un moderno, piacevole e accogliente centro sportivo polifuzionale si sono svolti gli incontri che che hanno permesso al Giro di incontrare le autorità cittadine e i rappresentanti della società civile.

Il castello segreto e il leggendario monolite tra foresta e mare. Gargano, intreccio di natura e storia

Domenica, 20 Maggio 2012. Posted in Stili di vita

Da Rodi Garganico a Manfredonia

Su strada

Copro i 118 km che mi servono per arrivare da Rodi Garganico a Manfredonia, in 2 ore e 40 viaggiando a una media di 45 km/h. Per 1 ora e 16 minuti “veleggio” a emissioni zero, con un consumo di carburante di 10,3 km/litro.

Lascio Rodi Garganico che il cielo da plumbeo è tornato soleggiato, ma il vento resta forte tanto da impedire alla barca di levare gli ormeggi.

Quindi mi prendo avanti per scoprire la costa garganica (lato sud). Ed è un’autentica scoperta fatta quasi sempre in quota. A sinistra il mare e a destra la grande riserva naturale della Foresta Umbra (400 ettari), il cui nome non deve niente al centro Italia, ma al significato latino di ombrosa: e difatti finché c’è, il paesaggio è lussureggiante, per farsi più brullo dopo Pugnochiuso.

Prima tappa in Puglia

Giovedì, 17 Maggio 2012. Posted in Dieta Mediterranea

La staffetta alimentare approda a Rodi Garganico

Oggi nella splendida cornice del marina di Rodi Garganico

si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa e la consegna dei cesti per la staffetta alimentare.

Veronica, Aragonesi, tori del Po, relitti del ‘600, pale eoliche e capodogli spiaggiati

Giovedì, 17 Maggio 2012. Posted in Stili di vita

Da Pescara a Rodi Garganico (Abruzzo, Molise, Puglia)

In mare

“Non abbiamo scelta – dice Alfredo Giacon a Pescara – Dobbiamo partire stasera a mezzanotte per sfruttare la finestra tra una burrasca e l’altra e cercare di arrivare a Rodi Garganico entro mezzogiorno”. La navigazione notturna, sotto un cielo stellato e con mare abbastanza calmo, è stata premiata poi con una bella veleggiata grazie al vento alzatosi all’alba. Ha accompagnato la Sly 42 Fun davanti all’ingresso del bel Marina che si sviluppa appena sotto la cittadina arroccata sulla collina. La navigazione è durata 11 ore a una media di circa 7 nodi.

Il Giro si presenta alla città di Pescara

Martedì, 15 Maggio 2012. Posted in Dieta Mediterranea

 

Nella sede dell'Assonautica sezione di Pescara si sono svolti gli appuntamenti che hanno permesso alle istituzioni, autorità, scuole e ai frequentatori del Marina di Pescara di conoscere il Giro per la Vita.

In collaborazione con: